Foto Alpi

Foto Trekking

Foto Grandi salite

Cerca la montagna

Cartoline d'epoca

Visitors Counter

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterToday129
mod_vvisit_counterYesterday121
mod_vvisit_counterThis week798
mod_vvisit_counterThis month3182
mod_vvisit_counterAll297502

Banner Altervista

Trekking alpinistico nel gruppo dell'OBERLAND BERNESE

   TREKKING dell'OBERLAND BERNESE

Album di fotografie di un trekking alpinistico, organizzato dal C.A.I. di Trieste nel  2008 sulle Alpi per scoprire le montagne dell' OBERLAND BERNESE, nei cantoni svizzeri di Berna e del Vallese, il regno dei "4.000" metri.      - Breve descrizione del Trekking: 

 

1° GIORNO - Trasferimento a Fiesch, attraverso il Passo del Sempione, proseguimento con trenino e autobus al Grimselpass.Lauteraarhütte

2° GIORNO - Dal Grimselpass  inizia il tour, si costeggia lungamente il Grimselsee, viene risalito l' Unteraargletscher e infine si raggiunge una terrazza rocciosa, dove si trova il Lauteraarhütte 2392 m. (difficoltà: E, dislivello: 500 m., durata: 5.00 ore.)

3° GIORNO - Discesa diretta dal rifugio sul sottostante ghiacciaio, lungo una parete attrezzata per 100 m., lo si attraversa,  e si inizia a salire un ripido vallone in direzione del passo Scheuchzer 3.072 m. Si continua in leggera salita ed in traversata si aggira la base della cresta del Scheuchzerhorn. Dopo una breve discesa, si prosegue in direzione dell' Oberaarjoch. Dalla forcella, con un' ultima scaletta, si raggiunge il  Oberaarjochhütte 3.258 m. (difficoltà: PD, dislivello tot.: 1.250 m., durata: 7.00 ore) (scale difficoltà).

4° GIORNO -  Dal rifugio si scende il Studergletscher fino a quota 2.800 m., e si risale lungamente tutto il Fieschergletscher. Si supera una zona di sfasciumi e piccoli crepacci, risalito un ripido pendio si raggiunge  il Finsteraarhornhütten 3.048 m. panorama mozzafiato, (difficoltà: F, dislivello tot.: 550 m., durata: 5.00 ore.) Salita al FINSTERAARHORN 4.274 m.

5° GIORNO - Giornata dedicata all' ascensione della montagna più alta del gruppo dell' Oberland Bernese: l' elegante e difficile FINSTERAARHORN 4.274 m. Dal rifugio si sale lungo una traccia tra i detriti, fino al ghiacciaio, a circa 3.230 m. di quota. Lo si percorre puntando al versante sud-ovest del monte, si supera la selletta  Früstückplatz 3.616 m. ed infine si raggiunge la ripida colata glaciale che porta alla Hügisattel 4.088 m. Da qui inizia la cresta nord-ovest, che comporta delle difficoltà tecniche per circa 200 metri. Si risalgono canalini di misto, si superano passaggi di II grado,  e con una esposizione crescente si raggiunge la vetta. La discesa avviene lungo lo stesso percorso. ( difficoltà: PD, II grado, terreno misto, dislivello : 1.230 m., durata: 5.00 ore.)

6° GIORNO - Grandiosa traversata glaciale attraverso KONKORDIAPLATZ, baricentro tra i vasti ghiacciai dell' Oberland Bernese. Dal Finsteraarhornhütten si sale alKonkordiaplatz Grünhornlücke 3.286 m. Dalla forcella si scende, in un' ambiente straordinario, alla Konkordiaplatz e si traversa l'immensa distesa glaciale, aggirando o superando impetuosi ruscelli. Si prosegue dalla parte opposta  in direzione sud-ovest lungo il Grosses Aletschfirn. Si raggiunge infine lo sperone roccioso dove si pone  l' Hollandiahütte 3.240 m. ( difficoltà: F, dislivello : 900 m in salita, 585 m. in discesa, durata: 6.00 ore.)

7° GIORNO - Dall' Hollandiahütte viene effettuata la facile ascensione di "un quasi 4.000 m." Si sale lungo iniziali ampi pendi a debole pendenza e poco crepacciati, si prosegue lungo una cresta nevosa , e si raggiunge la vetta dell'  ÄBENI FLUE 3.962 m. Straordinario panorama verso la Jungfrau, L'Eiger ed il Mönch. (difficoltà: F, dislivello salita: 722 m., durata: 3.00 ore.) Ripercorso lo stesso itinerario in discesa, si rientra all'  Hollandiahütte (recupero zaini pesanti) e si prosegue sempre in discesa verso Konkordiaplatz. Da qui con una serie infinita di scale, si supera un salto roccioso di 120 metri, creato dal ritiro del ghiacciaio e con fatica si arriva al Konkordiahütten 2.850 m. (dislivello discesa: 1.200 m., durata: 4.00 ore.)

8° GIORNO - Spettacolare discesa dell' Aletschgletschern, il più lungo ghiacciaio delle Alpi e d' Europa, 23 chilometri di lunghezza. Dal rifugio Konkordia si scende nuovamente sul Grosser Gletschgletschern, si percorre la Kranzbergmorene fino alla quota di circa 2.200Discesa sull' Aletschgletschern m. all'altezza del vallone laterale di Marjelen. Attraversando profondi crepacci, si scende la sponda del ghiacciaio in prossimità di una gigantesca caverna di ghiaccio, e si risale un facile sentierino per raggiungere la Gletscherstube 2.350 m. ( difficoltà: F, dislivello : 600 m in discesa, sviluppo di circa 11 km., 200 m. in salita, durata: 5.00 ore).

9° GIORNO - Dalla Gletscherstube  ripida salita al monte EGGISHORN 2.927 m. famosissimo punto panoramico sull' Aletschgletschern e sui "4.000" delle Alpi: dal Monte Rosa al Gruppo del Mischabel, dal Cervino al Monte Bianco. Discesa a Fiesch, fine del trekking e ritorno a casa.

Durante il tour alpinistico sono state realizzate molte fotografie, che ho riunito nell' album fotografico: "Trekking dell' Oberland Bernese"" . Un diario d' immagini di una grande esperienza d' alpinismo in montagna, in un ambiente suggestivo ed inimitabile, fonte inesauribile per la fotografia. 

Alcune immagini della galleria fotografica sono di DANIELA PERHINEK e MARCO CARTAGINE.

 

Vai al diario di fotografie: Trekking dell' Oberland  Bernese