Foto Alpi

Foto Grandi salite

Cerca la montagna

Cartoline d'epoca

Visitors Counter

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterToday361
mod_vvisit_counterYesterday280
mod_vvisit_counterThis week1313
mod_vvisit_counterThis month641
mod_vvisit_counterAll557700

Banner Altervista

Fotografie e itinerario: Slovenska Planinska Pot|il sentiero alpino sloveno|Alpi Giulie|Julijske Alpe|monte Prisojnik|Razor|XIX|19ª tappa dal Tičarjev dom na Vršiču al Pogačnikov dom|Prednje Okno|Jubilejna Pot|sentiero del Giubileo|Zadnje Okno|transverzala|Triglavski narodni

XIXª Tappa del Slovenska Planinska Pot, il sentiero alpino sloveno: dal Tičarjev dom na Vršiču al Pogačnikov dom na Kriških podih Dalla cima del monte Prisojnik

     Album di fotografie e descrizione dell’itinerario della 19ª tappa del Slovenska planinska pot (sentiero alpino sloveno) il lungo percorso che dal mare Adriatico di Ankaran conduce a Maribor, attraverso la Slovenia, chiamato per questo motivo anche Slovenska planinska transverzala (Traversata Alpina Slovena). In questa tappa si continua la salita delle cime più alte delle Alpi Giulie-Julijske Alpe: il monte Prisojnik 2.547 m. e il monte Razor 2.601 m.

    ITINERARIO –  Tičarjev dom na Vršiču (1.620 m.), ferrata del Prednje Okno, Prisojnik (2.547 m,), Jubilejna pot (sentiero del giubileo), Škrbina (1.989 m.), sedlo Planja (2.348 m.), Razor (2.601 m.), Pogačnikov dom na Kriških podih (2.050 m.)

    La diciannovesima tappa è la tappa più faticosa e tecnicamente più difficile dell'intero Slovenska planinska pot. Lungo il suo itinerario si salgono i monti Prisojnik e Razor, con un percorso lungo, articolato e dal notevole dislivello, all'interno del Triglavski narodni park (Parco nazionale del Tricorno) (esiste un'alternativa a questo itinerario molto impegnativo, che evita la salita al Prisojnik e raggiunge per facile sentiero il valico di Sedlo Planja, con la risalita della Val Mlinarica)
    L'itinerario inizia dal rifugio Tičarjev dom 1.620 m. sul passo Vršič. Una breve salita conduce ad un punto panoramico, da dove si ammira l'immensa parete settentrionale del Prisojnik. Si scende un ripido sentierino nel bosco, si traversa un ghiaione ed in breve si raggiunge l'attacco della ferrata Okno. L'inizio è subito impegnativo, si aggira una liscia placca calcarea e si salgono una serie di camini  in  discreta esposizione. Dopo queste prime attrezzature, la via continua ripida, con stretti zig-zag, tra mughi e ghiaie friabili. Un tabellone illustrativo invita a cercare sulla parete della montagna il “volto” stilizzato dell’Ajdovska Deklica (ragazza pagana), una strana combinazione di sporgenze ed incavi che fanno affiorare dalla roccia questo volto, ispiratore di una curiosa leggenda.
L'itinerario prosegue con una serie di ripidi camini, i quali conducono ad una verticale fessura che si supera a forza di braccia (grazie ad una serie incredibile di staffe e pioli). Si continua con delle acrobazie per strisciare tra due lastroni inclinati e paralleli, distanti non più di 50-70 cm, il classico "passaggio del gatto". Superato il punto chiave, la via prosegue su esposte cenge ghiaiose e balze rocciose, arrampicando su roccette di I° e II° (senza cavo metallico), particolarmente insidiose con pioggia o neve, e lentamente si scopre il grande foro nella roccia, il mitico "Prednje Okno". Aggirato uno spigolo, l'apertura si presenta in tutta la sua grandiosità. La traversata del foro è un momento molto suggestivo, ma anche bagnato, poichè dall'altissima volta rocciosa cadono scintillanti goccioline d'acqua. Per uscire dalla cavità naturale si sale, con l'aiuto di una serie di staffe, un'ultima ripida e verticale parete, che conduce all'assolato versante meridionale del Prisojnik.
    All'uscita del foro si sale a sx e si attacca un'articolata paretina rocciosa (pochi e brevi i tratti di cavo e fittoni) che conduce, lungo il filo dell'esposta cresta, alla cima del
Prisojnik (Prisank) 2.547 m. (Difficoltà: EEA/F.- tempo: 4,15h.) Straordinario panorama sulle vette delle Alpi Giulie.
   Dalla cima si prosegue verso est, con il Jubilejna Pot (sentiero del Giubileo) che si sviluppa lungo il versante nord del Prisojnik. Si susseguono una serie infinita di sali-scendi, attraverso canalini e cenge, in un ambiente solitario e selvaggio. Ad un certo punto i bolli rossi indicano ad entrare in un antro grandioso e disseminato da pietre di crollo, lo si attraversa e si raggiunge nuovamente, il versante meridionale della montagna. E’ questa la seconda finestra del Prisojnik: il "Zadnje Okno",
(Difficoltà: EEA/F.- tempo: 1,30h.- tot 5,45h). Il successivo tratto continua con un'esposta ferrata, che prima traversa e poi scende verticale. Alternando tratti di sentiero ad altri tratti attrezzati, si raggiunge la Škrbina 1.989 m., con piccola sorgente, dalla quale inizia la faticosa salita (con alcuni tratti protetti da cavi e staffe) al sedlo Planja 2.348 m. (Difficoltà: EEA/F.- tempo: 3,00h.- tot 8,45h), sul versante ovest del monte Razor.
    Dalla sella
si sale verso sinistra su ghiaie e gradini rocciosi, fino ad un ripido canale molto friabile che consente di raggiungere le bancate calcaree sotto la sommità del Razor. Da qui inizia il nuovo itinerario, creato dopo che una frana nel 2013, aveva costretto a chiudere il vecchio sentiero. Con il nuovo percorso attrezzato si affronta una parete verticale alta circa 30 metri, all’interno di un camino molto esposto. All’uscita del tratto attrezzato una breve cresta rocciosa conduce alla vetta del monte Razor 2.601 m. (Difficoltà: EEA/F.- tempo: 0,45h.- tot 9,30h) Panorama a 360° gradi mozzafiato.
    Si rientra alla
Sedlo Planja, con lo stesso itinerario della salita. La discesa prosegue attraverso diverse forme del carsismo superficiale: ripidi campi solcati, esposte pareti scannellate, piccoli inghiottitoi ed alcuni tratti di roccette, che vengono superati con l’aiuto del cavo metallico e di pioli. Alla fine una breve salita conduce al rifugio Pogačnikov dom na Kriških podih 2.050 m. (Difficoltà: EEA/F.- tempo: 1,15h.- tot 10,45h), in spettacolare posizione aerea sopra la Val Trenta.

    DIFFICOLTA' - La 19ª tappa del Slovenska planinska pot è "molto difficile" ed è consigliata solo ad escursionisti esperti. L’itinerario descritto è estremamente lungo e tecnico, da affrontare solo con un ottimo allenamento e un’adeguata preparazione tecnica. Diversi passaggi di I° non sono protetti, le creste sono molto esposte e richiedono passo sicuro ed assenza di vertigini.  Obbligatorio l’uso dell’attrezzatura completa da ferrata (caschetto, imbrago e set da ferrata).
    L'album fotografico è stato realizzato con il contributo di Franco Romano.
 

  Vai alla galleria di fotografie:

Sui sentieri della XIXª Tappa del Slovenska Planinska Pot, il sentiero alpino sloveno: dal Tičarjev dom na Vršiču al Pogačnikov dom na Kriških podih

19ª Tappa SPP: Tičarjev dom na Vršiču - Pogačnikov dom

  salita discesa
Tempi: 6,30 h. 4,15 h.
Dislivello: 1.640 m. 1.210 m.
Sviluppo: 14 km.
Difficoltà: molto difficile, EEA - F  (scale difficoltà)

Prisojnik la finestra naturale, Prednje Okno   Prisojnik la finestra naturale "Prednje Okno"

Cartografia

1:25 000 Planinska zveza Slovenije Triglav

Ed. Tabacco 1:25.000 Foglio 065 – Alpi Giulie Orientali

La leggenda della "ragazza pagana" (Ajdovska deklica)

  La leggenda narra che le ragazze pagane di Ajd, avevano buon cuore, e aiutavano i viaggiatori ad attraversare il passo Vršič durante le bufere di neve invernali. Aiutavano anche le giovani madri e solevano profetizzare il destino ai loro neonati. Una fanciulla predisse al figlio di un cacciatore, che un giorno avrebbe abbattuto il famoso stambecco dalle corna d'oro "Zlatorog". Quando le altre sorelle pagane udirono la profezia, s'infuriarono a tal punto da pietrificare la fanciulla, incidendo il suo viso sulla parete del Prisojnik.  

LINK
Tappa precedente: 18ª Koča pri Izviru Soče-Tičarjev dom na Vršiču
Tappa successiva: 20ª Pogačnikov dom-Triglavski dom na Kredarici
Menù - Slovenska planinska pot

AVVERTENZA. Chi affronta gli itinerari descritti in questo sito lo fa sulla base della propria capacità, esperienza e del buon senso. Gli autori declinano ogni eventuale responsabilità. - E’ vietata la riproduzione di testi o foto salvo esplicita autorizzazione -Tutti i diritti riservati. -  Copyright 2014-2019 ©Maurizio Toscano e ©MARASSIALP.