Foto Alpi

Foto Trekking

Foto Grandi salite

Cerca la montagna

Cartoline d'epoca

Visitors Counter

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterToday97
mod_vvisit_counterYesterday136
mod_vvisit_counterThis week524
mod_vvisit_counterThis month2908
mod_vvisit_counterAll297229

Banner Altervista

Fotografie: Dolomiti, escursione sul Monte Averau|Ferrata|via attrezzata

DOLOMITI - Salita sul monte AVERAU 2.647 m.L'alba dal rifugio Averau

Album di fotografie e descrizione dell'itinerario, di un'escursione nelle Dolomiti, sul monte Averau. Nel fantastico anfiteatro di crode dolomitiche, che fanno da cornice a Cortina d'Ampezzo, in direzione sud-ovest si trova una lunga dorsale di vette, tra le quali emergono il pilastro della Ra Gusella, lo slanciato Nuvolau e la mole turrita dell'Averau. Particolarmente imponente si rileva il suo versante meridionale, mentre quello orientale (sopra la Forcella Nuvolau) mostra una elegante verticale architettura rocciosa. La salita dell'Averau si effettua con una breve e poco difficile via attrezzata. E' consigliabile concatenare in un'unica escursione giornaliera, le salite ai monti Nuvolau ed Averau. 

    ACCESSO - Da Cortina d'Ampezzo si percorre la statale 48 (Strada delle Dolomiti) in direzione del Passo Falzarego. Pochi tornanti prima del valico, si devia a sx, verso il parcheggio della seggiovia "Cinque Torri". 

    ESCURSIONE - L'itinerario inizia dal piazzale, dietro il rifugio Bai de Dones 1.889 m. Il sentiero contorna il laghetto Bai de Dones e sale ripido nel bosco del Valonscuro, fino ad incrociare una carrareccia, che parte dalla statale 48 molto più a valle, dalla località Cianzopè. (sentiero CAI 439). Usciti dal bosco la strada sale con pendenza costante in direzione del rifugio Cinque Torri 2.137 m. L'itinerario prosegue con un lungo semicerchio ai piedi della Torre Grande e termina sulla terrazza del rifugio Scoiattoli 2.225 m. (l'alternativa a questo primo tratto è la salita con la seggiovia). Dal rifugio si continua per dossi, in ambiente aperto e panoramico, in direzione della Forcella Nuvolau e del rifugio Averau 2.413 m.

    FERRATA AVERAU - Dal rifugio Averau, in direzione ovest, inizia una traccia che prima risale le ghiaie alla base del versante orientale del monte e successivamente raggiunge un ripido canale roccioso che sale nascosto nel cuore della parete. Inizia il sentiero attrezzato, con l'aiuto del cavo metallico si superano le articolate ed un pò esposte rocce fino ad uscire nell'ampio ed aperto circo ghiaioso settentrionale. Una facile traccia porta alla croce di vetta del monte Averau 2.647 m. Bellissimo panorama, in un'ambiente più solitario a confronto del vicino Nuvolau, più famoso e molto frequentato.

    DIFFICOLTA' - Nella scala sulle difficoltà delle ferrate viene considerata  "facile" o "poco difficile".

    DISCESA - Si possono considerare diverse opzioni per la discesa: lo stesso percorso della salita, oppure dal rifugio Scoiattoli si può scendere direttamente per sentierino sotto la seggiovia o seguendo le piste da sci, infine desiderando effettuare un itinerario ad anello, sempre dal rifugio Scoiattoli si rientra al rifugio Bai de Dones con i sentieri (CAI 440-422) .

Alcune foto sono dell'amico Stefano Dalla Mora. 

 

 Vai alla galleria di fotografie:

Salita del monte Averau 

Salita al monte Averau con via attrezzata
Sintesi salita :  discesa 
Tempi:   3,00 h.   2,30 h.
Dislivello: 760 m. 760 m.
Difficoltà: EEA (difficoltà)
Note: la via attrezzata ha un dislivello di 230 m. e si percorre in circa 1,00 h.

Ferrata Averau Ferrata dell'Averau

Cartografia Ed. Tabacco 1:25.000    Foglio 03 Cortina d'Ampezzo